giovedì 7 marzo 2013

altro che trenini e pentolacce!

Il 14 febbraio non solo era San valentino, non solo era carnevale, ma era anche e soprattutto il mio compleanno! A me piace un sacco stare insieme ai miei amici, prendermi le loro coccole ma questa volta mi sono sembrati proprio tutti matti. Care maestre, ma che avevate oggi? ma vi siete guardate bene allo specchio? Ce n’era una con tutta una testa di riccioli rossi … chissà da che parrucchiere è andata? Un’altra con un paio di zoccoli da olandese … chissà se doveva andare a piantare tulipani. Poi ce n’era una con un vestito azzurro, un sole davanti, una specie di fulmine e un ciuffo argentato dietro, che andava in giro a dire che è quella che al Centro fa il bello e il cattivo tempo … chissà cosa voleva dire? E poi ho visto altra gente strana: 2 che mi sembravano uscite dal film I Pirati dei Caraibi, una che più che una donna sembrava uno zombi, una che era una via di mezzo fra la fata madrina e Carla Fracci, e poi c’erano tutti i miei amici con quegli strani cappelli … dice che siano ispirati alle maschere tradizionali italiane … boh? Ma la cosa che più mi ha sconvolto è la musica che vi piace ascoltare … ma che siete sordi? Vincenzo … ma ti si è bloccata la leva del volume? Un po’ ho resistito e poi ho supplicato le maestre di risparmiarmi quel popò di baccano e mi sono appartato con la dolce Antonella tutta per me … Ora sì che si ragiona … altro che trenini e pentolacce! 

Enea 

1 commento:

  1. cristina barsalini20 marzo 2013 08:03

    Caro Enea,
    eh si! Sono convinta che pensavi veramente tutto ciò che è stato scritto...Ora da quasi tre settimane non sei più qui, nella tua casa, al centro Casa del Duca...manca la tua presenza fisica.Eppure non riesco a disperarmi, anzi, sono serena. Con la tua vita mi hai insegnato tanto: mi hai insegnato ad amare la vita, ad accettare la sofferenza...ad andare avanti qualunque cosa accada...tu mi hai trasmesso tanta forza e tanto coraggio. Se mi disperassi la tua vita non avrebbe avuto senso. Per questo ti dedico ogni cosa bella che ancora mi accadrà ...So che sei un grande angelo e che con le tue ali mi accarezzi ed asciughi le lacrime che piovono dai miei occhi quando la mia mente rispolvera i ricordi dei bei momenti vissuti insieme...Anche babbo Renzo, la tua sorella Giulia, anche Bice (la nostra cagnetta), perfino i nostri due gatti sentono "un vuoto". Ci manchi Enea ma so per certa che si tratta di un arrivederci. Ti "soffio" tanti baci,ed oggi con questo vento forte di scirocco ti arriveranno subito! Ciao. La tua mamma.

    RispondiElimina

INSERISCI IL TUO COMMENTO, SELEZIONA IL PROFILO E SE NON HAI UN PROFILO SPECIFICO VAI SU: COMMENTA COME - NOME/URL - INSERISCI SOLO IL NOME, L'URL NON SERVE - CONTINUA - PUBBLICA.
FATTO!