mercoledì 18 aprile 2018

Noemi, il suo e il nostro linguaggio!

Cosa stiamo facendo di bello in questi mesi con Noemi e con la Globalità dei Linguaggi? L'idea di quest'anno è di fare un percorso teso alla valorizzazione dell'espressione personale e a innalzare il livello di autostima e com-piacimento nel fare, nell'essere, nel comunicare e anche nell'apparire agli altri. Daremo così "senso", come dice Stefania Guerra Lisi (cioè l'ideatrice del metodo) a quei comportamenti che sembrano insensati; li ascolteremo, li tradurremo, li valorizzeremo. Ci siamo perciò travestiti da dive e divi di Hollywood, abbiamo ballato e dipinto seguendo la musica, abbiamo creato delle maschere e poi una scultura collettiva di creta che raffigura le nostre mani. Abbiamo usato l'emo-tono-fono simbolismo per mettere in gioco tutto il nostro essere, la nostra unità psicofisica in relazione all'ambiente. Teli di nylon trasparenti, leggeri e ondeggianti, stoffe e "teli mammoni" dove nascondersi ed evocare il contenimento uterino, oppure lasciarsi cullare come nel liquido amniotico. Abbiamo attraversato gattonando un tubolare di stoffa lungo sei metri e ripercorso in questo modo il "Viaggio dell'Eroe"; il viaggio della prima spaventosa e grandiosa prova di tutte le eroine e gli eroi di questo mondo, cioè la nascita. Ci siamo buttati, ci siamo spesi, abbiamo avuto anche paura perché questo progetto è un viaggio iniziatico dove si cresce e ci si trasforma. Ci siamo, tutte e tutti, "messi in gioco" con creatività e intelligenza sempre nuove e sorprendenti. Esprimo a nome di tutti estrema gratitudine e meraviglia per queste esperienze possibili a Casa del Duca! A breve vi presenteremo il video che sintetizza questo percorso. 

Noemi


martedì 10 aprile 2018

in campo con Valter (febbraio 2018)

Continua l’avventura dei nostri giovani calciatori, alternando prestazioni maiuscole, a cali di tensione. I nostri ragazzi ci mettono tutto, ma anche di più - tantissimo cuore - che considero l’ingrediente principale, così in campo, ma soprattutto nella vita. Questi ragazzi per quello che è stato il cammino vanno elogiati e rispetto al passato, (mai voltarsi indietro) sono sempre disponibili e uniti e non mollano mai. 
Il progetto continua. 



V e non W
Educare attraverso lo sport è la nostra missione! 
Fai Gol anche tu con noi. 




allerta meteo

Cosa è successo di strano questo mese? Due allerta meteo!!! Eventi che per noi elbani sono stati eccezionali, infatti, l’Elba si è fermata! Scuole chiuse, centro chiuso. L’isola a mio vedere, sembrava un pandoro spolverato di zucchero a velo! Il prossimo anno ci attrezzeremo con gatto delle nevi e spargisale, così ci godremo tutti assieme la neve! 

P.S. i giorni del 26 febbraio, e del 1 marzo verranno recuperati dalle chiusure che sono state programmate precedentemente.

Peppa

giovedì 5 aprile 2018

A Carnevale ogni scherzo vale ...


… ma noi non siamo qui per raccontarvi uno scherzo ma semplicemente la ricetta del mese. Abbiamo fatto dei biscotti di pasta frolla, a forma di Topolino. La formina mi è stata regalata personalmente da Peppa, infatti è "made in U.S.A." Mi è piaciuta così tanto che l’ho voluta utilizzare subito. Ora passiamo alla ricetta:

¨ 300 g di farina
¨ 100 g di burro
¨ 100 g di zucchero
¨ mezza bustina di lievito per dolci
¨ una bustina di vanillina.

Impastate tutto e formate un panetto ben compatto, fatelo riposare in frigo per 1 ora. Una volta passato questo tempo, riprendete il panetto e stendetelo sul piano di lavoro leggermente infarinato. Con la formina, iniziate a tagliare i biscotti riponendoli man mano su una placca foderata con la carta da forno. Cuoceteli a 150° per 10/15 minuti. Una volta cotti fateli raffreddare e decorateli a piacere. Noi abbiamo usato una ghiaccia reale colorata per fare gli occhietti, invece per le orecchie e la bocca abbiamo usato dei confetti colorati ripieni di cioccolato. Sono venuti così buoni e così belli che i bimbi dell’asilo hanno sgranato gli occhi alla loro vista! Che dire; siamo alla fine. Noi mangiamo i biscotti, voi … fateveli!




martedì 27 marzo 2018

Dopo, la festa di carnevale

È arrivato il fatidico giorno. La giornata è abbastanza calda, i nostri ragazzi sono tutti eccitati. Mancano due di loro, Eliana e Jacopo, perché stanno male. Gli accessori che i nostri ragazzi non hanno potuto indossare, perché assenti, hanno immediatamente trovato altri proprietari che prima non volevano vestirsi. Il centro è addobbato con nastri colorati che pendono dal soffitto, come anche le pentolacce. I tavoli sono imbanditi di vassoi colorati da tante prelibatezze. Ci sono: biscotti a forma di topolino decorati con cioccolatini, crostata di marmellata di fichi e noci, chiacchiere e tante altre cose buonissime, tra cui una torta al cioccolato a forma di cuore, un rotolo di torta salata e una crostata alla nutella. Da bere succhi di frutta e tanta acqua.