mercoledì 23 maggio 2018

Martina e le sue invenzioni!

Per quanto riguarda il mio contributo al giornalino, questo mese voglio raccontarvi su cosa è orientata la mia partecipazione al Centro in questi ultimi tempi. Insieme ai ragazzi stiamo facendo delle scatole da mettere nel reparto bagno per riporre spazzolino e dentifricio. Le scatole sono state ricavate dai porta-pastiglie per lavatrice, quindi quest’inverno ne ho fatte di lavatrici! Per ora però non svelo di più, né di scritto né di foto … qui potete vedere solo una semplice scatola in plastica comprata in un supermercato! Il risultato della bravura dei vostri figli, fratelli o familiari, anche se lo sapete già, saranno documentate a tempo debito! 



martedì 22 maggio 2018

parliamo con il linguaggio di Noemi

Il giorno 17 aprile abbiamo avuto il piacere di partecipare insieme alle famiglie alla giornata organizzata dalla dott.ssa Noemi Alessi, dal titolo “Homo Ludens - Mettiamoci in gioco”. La giornata è iniziata con la proiezione di un filmato che illustrava tutto il suo lavoro dei mesi scorsi con i ragazzi e gli operatori. Questo metteva in risalto il divertimento manifestato dai ragazzi a fare cose anche impensabili, ad esempio la “nascita”. Nella rappresentazione di questo momento, a turno ragazzi ed operatori si calavano in un tunnel simulando la nascita; alcuni hanno anche sofferto nel venire fuori, altri invece sono usciti in modo veloce! 

lunedì 21 maggio 2018

L’antipasto di Mamma Enza


Mia mamma mi ha lasciato in eredità una ricetta che lei faceva sempre, infatti non ha un nome, è una sua invenzione. Comprate un vasetto di giardiniera, un vasetto di maionese, pancarré senza crosta, prosciutto cotto, tonno. Sgocciolate e tagliate a piccoli pezzettini la giardiniera, unite in una ciotola maionese e tonno - anche esso sgocciolato - rivestite la teglia di prosciutto cotto e pancarré, mettete dentro l’intruglio precedentemente fatto, ricoprite con pancarré e finite di rivestire con prosciutto cotto. Mettete in frigo, il giorno dopo capovolgete la teglia e decorate a piacere la torta! Se non sono stata chiara, ordinate pure che la prepariamo ad un costo modico! 
Peppa


giovedì 10 maggio 2018

la felicità fa notizia

Ormai lo sapete. La sottoscritta, Barbara-Pina, è quella che prende gli articoli che leggete sul giornalino e li "copia e incolla" sul blog, cioè sul giornalino in internet. Il giorno che dovevo pubblicare l'articolo di benvenuto di Sophie, ho scritto sulla chat di WhatsApp di noi operatrici del Centro: "gente ... stamani pubblico questo, prepariamoci ad un botto di visualizzazioni!" Non l'avessi mai detto! Nel giro di un paio d'ore le visualizzazioni del post sono arrivate a 200, dopo un altro paio d'ore 1200, fino ad arrivare ad oltre 3500. E poi Facebook con condivisioni su condivisioni e reazioni di gioia, entusiasmo, approvazione, affetto. Ma io lo sapevo. Ne ero certa. Ogni volta che abbiamo un nuovo ingresso al Centro, i momenti iniziali di smarrimento e dubbio si trasformano ben presto in studio e conoscenza reciproca; poi il "Centro" - nel suo insieme di ragazzi e operatori - fa il resto, offrendo la sua risposta migliore alle persone che si trova di fronte. 

Fine. 

Questa è la breve storia felice del post "Ben arrivata Sophie". Un post che racconta con semplicità la nostra gioia di avere una nuova amica e la gioia di Sophie, della sua famiglia e dei suoi amici, di aver trovato - semplicemente - il posto giusto! 




martedì 8 maggio 2018

Marti e le sue avventure

Buongiorno gente! Avete presente le mattine in cui ti alzi felice perché la notte è stata ristoratrice, la mattina è appena spuntato il sole, insomma tutto sembra liscio? Ecco. Io quella mattina avevo vissuto tutt’altro di ciò che ho appena descritto. Di prima mattina infatti avevo dovuto smontare i tubi della stufa a legna, pulirli e rimontarli, nonché accendere il fuoco. Avevo poi dovuto pulire approssimativamente il pavimento dalla fuliggine, perché ad ogni passaggio dei cani vicino alla stufa, l'impronta delle loro zampe era una firma assicurata della loro curiosità riguardo a questa polvere unta e acre che come carta carbone dava prova della loro esistenza e del loro passaggio. Finito il montaggio e l’accensione del “fuego della passion” e la pulitura sommaria del pavimento sono salita in macchina con l’intento di recarmi al lavoro. Dopo pochi metri in auto mi sono resa conto che la ruota anteriore destra era a terra … Che fare? Ho portato con una lentezza calibrata l’auto nella strada principale della località in cui abito e ho atteso speranzosa che arrivasse qualcuno. Abitando in campagna e in una deviazione rispetto alla strada principale sterrata, di certo vicino a casa mia non sarebbe venuta alcun'anima viva ad aiutarmi.